Este 24

  /  EsteNews   /  Circuito Nazionale 2019   /  Napulèste 2019 – 3a Prova – Circuito Nazionale 2019

Napulèste 2019 – 3a Prova – Circuito Nazionale 2019

Napoli – Doveva essere un evento diverso da tutti gli altri, una concentrato di sport, divertimento, eventi, musica e così è stato.

Da venerdì pomeriggio a domenica sera la Lega Navale Italiana sez. di Napoli è diventata palcoscenico e campo di regata, con un alternarsi bellissimi di combattute regate in acqua e momenti di aggregazione e divertimento a terra.

Musica popolare in banchina, aperitivi tipici, live painting, danze aeree, feste danzanti, per citare alcune delle cose avvenute a terra, due giornate di regata, con sei prove sempre tirate, in un campo di regata reso difficile da un vento instabile e dalle onde provocate dal continuo traffico di aliscafi e traghetti.

Un weekend da ricordare quindi per tutti e in particolare per La Poderosa 2.0 che ha messo dietro di se tutti gli altri equipaggi con una magistrale due giorni di vela.

Questo il podio della edizione 2019 di Napulèste:

  • 1 classificato La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini
  • 2 classificato Ricca d’Este 27 di Federica Archibugi
  • 3 classificato Ricca d’Este 37 di Marco Flemma

Questa invece la classifica generale che evidenzia come sempre una classe molto compatta e divertente con un alternarsi continuo nelle posizioni immediatamente sotto il podio > visualizza la classifica

Le dichiarazioni dei protagonisti

Roberto Ugolini – La Poderosa 2.0

“E’ stato un bellissimo we di regate sia in mare sia a terra con la solita splendida accoglienza dei circoli Napoletani che non ha uguali.

Le condizioni meteo erano davvero difficili: vento leggero con il mare che ribolliva delle onde di traghetti, motoscafi , navi e non so cos’altro. Era difficilissimo ma determinante non perdere velocità sulle onde pur mantenendo un buon angolo di bolina.

Devo dire che noi abbiamo fatto 4 buone regate concentrando in una prova, da vere schiappe, tutti gli errori possibili, dalla partenza all’approccio alla boa di bolina, al bordeggio in poppa. Per fortuna l’abbiamo potuta scartare.

Mi trovo benissimo con Paolo Brinati alla tattica e ovviamente con gli altri amici dell’equipaggio storico, tutti davvero bravissimi. Il clima in barca è il nostro punto di forza: aggressivo quanto serve ma mai sopra le righe.

Abbiamo ritrovato una buona, e a tratti ottima velocità grazie alle nuove vele Olimpic, sviluppate in questi anni da Federico Chiattelli e grazie a una maniacale continua attenzione al peso e alle regolazioni di fino delle scotte, carrelli e drizze di randa e fiocco.
Alla prossima tappa a Riva di Traiano speriamo di ripetere una buona prestazione ma non sarà affatto facile perchè sia le due Ricca d’Este che altri grintosi concorrenti faranno di tutto per starci davanti.”

Federica Archibugi – Ricca d’Este 27

“Ringraziamo la Lega Navale di Napoli e la classe Este 24 per l’ottima organizzazione che ha reso la tappa di Napoli molto piacevole.
I due giorni di regate hanno presentato condizioni di vento variabili che hanno reso difficile la costanza nei risultati. Abbiamo lottato per il primo posto sino all’ultima prova dove ci siamo sfidati in un “quasi match race” con la Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, il quale ha meritato il gradino più alto del podio. Siamo comunque molto soddisfatti del risultato ottenuto ed è sempre emozionante navigare in uno dei teatri di regata più belli ed affascinanti che ci possano essere”

Qui i contributi foto e video

Post a Comment